LOC 2018 CON LOGO

Ecco l’intenso programma dei laboratori teatrali e musicali del Liceo Carducci di Milano, dove Extramondo svolge la sua attività da 20 anni ed ha contribuito a rendere il teatro un importante strumento pedagogico integrato al curriculum scolastico. In un liceo dove ben 3 sezioni propongono l’indirizzo teatrale (con teatro pratico curricolare al mattino) ed esiste da dieci anni un corso di teatro per i docenti sicuramente c’è qualcosa di speciale!

La rassegna “Performing”, che vedrà in scena oltre 200 studenti e anche un gruppo di professori, in molteplici progetti teatrali e musicali, si svolge dal 25 maggio al 6 giugno, in orari diurni, pomeridiani e serali.

L’ingresso è libero e aperto alla cittadinanza, basta persentarsi in via Beroldo 9 (MM1 MM2 loreto)

info extramondo@yahoo.it

 

LOC 2018 CON LOGO

 

XLOCCARD2016

Rassegna di spettacoli – esito dei laboratori che da anni conduciamo al Liceo Classico Carducci di MIlano. In questa scuola il teatro è materia curricolare in due sezioni, e anche i professoi fanno teatro!

SEZIONI A INDIRIZZO TEATRALE

La B e la I  sono le sezioni “teatrali” della scuola: il loro curriculum prevede al biennio un laboratorio teatrale di 30 ore, da quest’anno interamente curricolare, che si è svolto nelle ore del mattino di Italiano, Scienze motorie, Latino, Greco, Matematica, Inglese. Il Consiglio di classe è stato dunque coinvolto nel lavoro e gli obbiettivi del laboratorio sono stati assunti come propri di ogni materia e dell’intero curricolo: lo sviluppo della capacità di collaborare e cooperare, di integrare le differenze, di mettersi in gioco, assumendosi una responsabilità.

Le classi prime presentano un montaggio di testi scelti dai ragazzi e di improvvisazioni sui temi del conflitto, del viaggio, della trasformazione, mentre la classe II B ha affrontato il testo teatrale per eccellenza, almeno secondo Aristotele, “Edipo re” di Sofocle, cercando di evocarne la grandezza tragica, senza paludarlo in abiti lontani dalla sensibilità e intelligenza dei giovani contemporanei.

VENERDI’ 6 MAGGIO ore 19.30 – SABATO 7 MAGGIO ore 11.15

TEMA LIBERO – appunti sparsi di giovani arditi – classe 1 I

Testi di Baricco, Calvino, Chaplin, Chbosky, Frank, Green, Kalho, Jobs, Markus, Montale, Paolini, Shakespeare, Tolkien

 

VENERDI’ 6 MAGGIO ore 21 – LUNEDI’ 9 MAGGIO ore 11.15

BALLATA METROPOLITANA – classe 1 B

Testi di Bach, Bronte, D’Avenia, Dostoevskij, Geda, Green, Hosseini, Mazzantini, Meyer, Omero, Rowling, Saint Exupery

 

SABATO 7 MAGGIO ore 9.10 – DOMENICA 8 MAGGIO ore 20.00

e MERCOLEDI’ 18 MAGGIO ore 12.00 all’Istituto Comprensivo Quintino di Vona

EDIPO REMIX

da Sofocle – classe 2 B

 

LABORATORIO POMERIDIANO

SABATO 7 MAGGIO ore 19  – LUNEDI’ 9 MAGGIO ore 9.10

e DOMENICA 15 MAGGIO ore 14.30 al Teatro Litta per il Festival “CACTUS”

R + J – THE KIDS ARE ALRIGHT

da “Romeo e Giulietta” di W. Shakespeare

con  Riccardo Petrali, Pietro Noceti, Emanuele Caporale, Bianca Carnesale, Elena Arena, Carla Angelillo, Lucia Martinez, Sofia Rantas, Gaja Ikeagwana, Gaia Cantone, Beatrice Penzo, Alice De Gennaro, Caterina Russo, Lorenzo Colombo, Natalia Costanzo,  Anna Galatioto, Alice Venturi, Luca Viscovi, Massimo de Laurentiis, Viola Carboni, Ludovica Migliorini

drammaturgia e regia Michela Blasi

Nel quattrocentesimo anniversario della morte di Shakespeare un folto gruppo di studenti dà vita a una rappresentazione generosa e appassionata della celeberrima tragedia del bardo. Si può ancora parlare d’amore?

 

IL TEATRO FATTO DAI PROFESSORI

SABATO 7 MAGGIO ore 21 – DOMENICA 8 MAGGIO ore 18

e VENERDI’ 20 MAGGIO ore 21 all’ITCS Primo Levi di Bollate, Auditorium “Luca Rossi”

PRINCIPIANTI ASSOLUTI – R + J Late bloomers

con Fabio Carosi, Giorgio Giovannetti, Catia Gusmini, Elisa Mascellani,  Paola Melissano, Franca Piergallini, Roberta Romussi,  Franco Salsa, Alessandra Sernagiotto,  Giovanni Sponton, Daniela Tabiadon – assistente alla regia Emanuele Caporale – regia Michela Blasi

Il tempo passa, ma i professori del laboratorio teatrale del Carducci non rinunciano a mettersi in gioco. Inesorabile, ma non privo di sorprese, è proprio del tempo che si parla quest’anno. Molte cose inattese possono sbocciare: con l’aiuto di Shakespeare si può anche scoprire che l’ultima parola – sulla vita, sui sentimenti, su tutti noi – non è ancora stata detta.